Una comunità di musicisti, artisti ed amanti della musica

Difendi il tuo diritto ad esprimere la tua arte

... e stiamo crescendo
Allo stato attuale, dopo le recenti chiusure di locali che fornivano spazi preziosi, c'è un sincero sentimento di sconfitta che ci ha portato a creare questa comunità che vuole essere un contenitore di intenti, di persone ed uno spazio di aggregazione. Nerbo non rappresenta nessun partito politico e nessuna ideologia. Rappresenta soltanto i suoi iscritti, ai quali mette a disposizione una piattaforma per pubblicizzare la propria band, tenersi aggiornati sulle iniziative live, organizzare eventi e cercare di cambiare le cose. La scena musicale senese è, ormai da anni, ricca, varia e soprattutto viva. Non solo esistono moltissimi bravi musicisti preparati sotto ogni punto di vista, ma esistono anche molte realtà strutturate e virtuose fatte di una moltitudine di correnti di pensiero. Alla luce di questo brulicare di musica noi vogliamo affermare un diritto di ogni musicista: la libertà di esibirsi nella propria città.

Dicono di noi

Aderisco volentiei a Nerbo per sensibilizzare l'opinione pubblica senese e non solo, sul combattere l'inadeguatezza degli spazi per i concerti e cominciare a riservare alla musica il valore che gli compete e che in altri paesi e già realtà: cultura e non solo intrattenimento.
Emanuele Dabbono
Ho suonato a Siena anni fa, una bellissima città ricca di cultura, tradizione ed arte. Ho un bellissimo ricordo dell'evento e del pubblico, dimostrazione del fatto che il movimento è vivo. Sostenetelo come io sostengo Nerbo.org, e la musica live a Siena. Ci vediamo in concerto!
Federico Puleri (Vision Divine)
Bellissima serata e bellissimi ricordi qualche anno fa in piazza a Siena... Concerto super affollato, organizzazione perfetta e tanti amici sopra e sotto il palco! Dovrebbero essercene ogni settimana di eventi cosi! Sosteniamo Nerbo.org per continuare ad avere manifestazioni di questo genere!
Simone Mularoni (DGM)
Ho vissuto la realtà culturale e musicale senese in prima persona venti anni fa, agli inizi della mia carriera. Era uno dei fiori all'occhiello di Italia per la presenza di locali, spazi per concerti, attività culturali. Oggi non la riconosco più: pochissimi spazi che, fortunatamente, vengono gestiti da un manipolo di eroi che rischiano in proprio pur di far sopravvivere la vita musicale della città. Come far capire a chi di dovere che la musica è vita, cultura e, soprattutto, anche un forte indotto commerciale? Dietro ad un concerto (piccolo o grande che sia) vivono e lavorano tante figure (gestori, promoter, service, fonici ecc.) e si contribuisce con esso alla crescita e rinascita di un luogo
Finaz
È stato bello suonare nella piazza di Siena mentre addirittura assistevamo durante il concerto ad una parata di sbandieratori. Abbiamo conosciuto molte persone, molti senesi, che misero in piedi un bellissimo festival, tra molte difficoltà, mossi da quella passione per la musica che ci rende tutti amici fin dal primo incontro. Quella sera,mi sono domandato come mai non avessi mai avuto altre occasioni suonare in quella bellissima città ed in effetti, anche successivamente, non ne ho più avuto modo. È un vero peccato che è una città di importanza storico culturale come Siena risulti così disinteressata alla musica live e si faccia dimenticare da tutti, unica tra le tante altre città della bella Toscana, che invece non mancano di dare ai giovani quello che chiedono: un po' di musica live... Non mi sembra neppure molto!
Olaf Thorsen (Vision Divine)
Il ricordo va immediatamente al MOSTROCK... una meravigliosa e gremita piazza piena di voglia di musica, un'organizzazione pressoché perfetta dall'accoglienza, all'atmosfera tra le band ed il pubblico. Sostegno a Nerbo.org assoluto da me e dai DGM tutti. Ci vorrebbero più spazio e più sostegno per chi le cose le sa fare seriamente.
Mark Basile (DGM)